Telefono: 0546 668221 

31 Mar 2014

Un approccio ibrido per lo sviluppo di app universali

Ebbene sì, anche noi stiamo entrando nell'affollato mercato dello sviluppo app per i dispositivi mobili, smartphone e tablet.

In seguito ad un periodo di intensa formazione da parte dei nostri tecnici, abbiamo acquisito gli strumenti e le competenze per sviluppare internamente queste particolari applicazioni, con una metodologia definita "ibrida".

Abbiamo scelto questo tipo di approccio non per seguire la tendenza del mercato automobilistico (adesso persino in Formula 1!), ma perché ci consente di affrontare con maggiore flessibilità la crescente varietà di sistemi operativi (Android, iOS, Windows Phone, Firefox OS, Tizen,...) e dispositivi.

Ma cosa significa "ibrido" in questo caso? Significa che le app vengono inizialmente sviluppate con i tipici linguaggi per il web (html, css, javascript), per poi essere tradotte con opportuni strumenti in app native per le varie piattaforme.

Nella fase di traduzione possono essere aggiunte funzionalità avanzate, tipiche dei dispositivi mobili, come l'interazione con la fotocamera, l'accelerometro, il giroscopio e la geolocalizzazione.
Al termine del processo di lavorazione le app possono quindi essere pubblicate sui vari "store", consentendone una potenziale ampia diffusione.

Le app ibride si pongono quindi a metà strada tra le web app e le app native, cercando di prendere il meglio da entrambe: velocità di implementazione, facilità di aggiornamento, compatibilità con vari sistemi operativi senza rinunciare alle funzionalità avanzate.

Ovviamente sul fronte prestazioni non possiamo aspettarci la stessa reattività delle app native, ma vediamo che il gap si sta riducendo con l'aumentare della potenza dei dispositivi.

All'orizzonte si intravede già la possibilità di interagire con una grande varietà di oggetti indossabili (occhiali, orologi, braccialetti...), ma di questo avremo modo di riparlare, magari tra qualche post ;-)

Daniele Diversi

Da sempre appassionato di informatica, fin dal mio primo ZX Spectrum dell'83, folgorato dal web in età universitaria, ora ho fatto di tutto questo un lavoro.

 

Newsletter

 

 

Progetto Aroma

dovesiamo

Via Granarolo 175/3
48018 Faenza (RA)

0546 668221

Fax: 0546 686245