Telefono: 0546 668221 

04 Nov 2014

Buone norme per la sicurezza della mail.

È di poche settimane fa la notizia di un attacco hacker ai danni di Google: circa 5 milioni di password di gmail sono state rese pubbliche su un sito russo.
Se anche Google non è infallibile, la domanda che nasce spontanea è come rendere sicure le proprie email.

Il consiglio principale è di non cliccare su link scritti direttamente nelle email, soprattutto se arrivano da indirizzi e persone che non si conoscono.
Se vi arrivano e-mail della banca o del conto postale con link, non cliccate su di essi! Gli istituti bancari più volte ricordano che dai loro uffici non partono mai comunicazioni dirette ai clienti dove suggeriscono di accedere ai conti online per verificare accrediti, ma questo avviene telefonicamente o per via cartacea.

Resta comunque il problema del "furto della password".
Molti servizi email oggi permettono modalità più sicure per accedere alle mail (come la doppia verifica di Gmail).

È sempre utile però cercare di rendere difficili l'individuazione della password:

  • Evitare le sequenze numeriche quali 12345 (molto utilizzata) o anche la propria data di nascita.
  • Evitare il nome del proprio figlio o del proprio coniuge.
  • Evitare la parola "password". Ebbene sì, nonostante la sicurezza, la password più utilizzata al mondo è appunto "password".
  • Evitare di usare la stessa password per tutti i servizi! Sappiamo bene che non è facile tenere a mente una password diversa per ogni servizio a cui si accede, ma è altrettanto vero che se ci rubano una password della mail, che usiamo per tutto il resto, possono rubarci anche gli accessi ad altri servizi!
  • Sarebbe inoltre importante cambiare periodicamente (anche annualmente) la password.

Una password sicura dovrebbe essere composta da almeno 8 caratteri alfanumerici, differenziati in maiuscole e minuscole, con anche caratteri speciali come "?" o "=".

Esistono tool online che aiutano nella creazione di password casuali.

Ti consigliamo infine di uscire correttamente al termine delle sessioni autenticate: se ti colleghi tramite webmail alla tua casella di posta, quando finisci di consultare la posta, ricordati di disconnetterti tramite l'apposita voce e non inserire i tuoi dati su pc di cui non conosci la gestione della sicurezza.

Non farti scrupoli a contattarci per dubbi o domande a riguardo: una verifica preliminare spesso evita seri problemi in seguito!

Daniele Diversi

Da sempre appassionato di informatica, fin dal mio primo ZX Spectrum dell'83, folgorato dal web in età universitaria, ora ho fatto di tutto questo un lavoro.

 

Newsletter

 

 

Progetto Aroma

dovesiamo

Via Granarolo 175/3
48018 Faenza (RA)

0546 668221

Fax: 0546 686245